Aria di festa a Vizzolo Predabissi con la Sagra del Gorgonzola

Blog page
Sagra del gorgonzola - gorgonzola

Per dare risalto a un’eccellenza della tradizione culinaria italiana, il comune di Vizzolo, alle porte di Milano, ospita, a ottobre, la Sagra del Gorgonzola, presso la grande (1.300 mq per 2.000 posti a sedere circa) e accogliente Area Feste in Via Verdi che, sempre in autunno, presenta anche la Sagra della Zucca e quella del Fungo e del Tartufo.

Il terzo formaggio più importante del panorama italiano (dopo il Parmigiano Reggiano e il Grana Padano) diventa, così, il protagonista della sagra per un intero weekend durante il quale produttori, chefs e visitatori possono scambiarsi opinioni, sperimentare e condividere nuove ricette, degustare piatti tipici o rivisitati, apprezzare e valorizzare un prodotto nato per caso, da un mandriano in viaggio, e piano piano guadagnatosi il marchio DOP.

Tutto ciò da sapere sulla Sagra del Gorgonzola

La Sagra del Gorgonzola è tornata a Vizzolo, un evento con ingresso gratuito per un intero weekend a inizio ottobre, il venerdì con apertura serale, mentre sabato e domenica da ora di pranzo fino a tarda serata. Tanti eventi in programma per accogliere un vasto pubblico e garantirgli un’esperienza innovativa e coinvolgente, dove la gastronomia incontra la musica e l’intrattenimento.

Il gorgonzola è da secoli, ormai, un prodotto immancabile sulle tavole italiane, oggi famoso e richiesto anche in altri Paesi, con una ricca storia e aneddoti alle spalle, grazie al suo sapore deciso, le sue tante varietà, da quello più cremoso e dolce a quello più stagionato e piccante, e la sua versatilità in ogni tipo di portata. La Sagra del Gorgonzola vuole, quindi, esplorare e far conoscere tutte le sue forme, gli abbinamenti vincenti, i piatti della tradizione, la sua storia e la sua lavorazione. Nel menù c’è un’offerta ampia, per incuriosire e soddisfare ogni tipo di palato: verdure, pasta, gnocchi, riso, carni, salse, frutta, tutti gli ingredienti che meglio di sposano con il gorgonzola grazie al suo aroma e alla sua consistenza.

Una sezione particolare è pensata e riservata per i maestri polentieri e per i loro giganti paioli colmi di pregiata polenta di Storo, da sempre accompagnata con il formaggio; alla preparazione di caldarroste, tipiche autunnali; stands enogastronomici, con una carta dei vini speciale, con Barbera, Bonarda, Riesling, Pinot e Rosè.

All’interno del tendone dell’Area Feste sono allestiti, inoltre, un palco e una pista da ballo che prevedono ogni sera l’alternarsi di gruppi e musica live per creare un clima di festa per chi vuole godersi la Sagra del Gorgonzola in compagnia e passare un’alternativa e piacevole serata, con la possibilità di prenotare un tavolo.

Poi, ancora, tante sorprese e novità (come il servizio take-away da richiedere in cassa), che potete scoprire sul sito ufficiale della manifestazione.

La Sagra del Gorgonzola: un formaggio che fa bene

sagra del gorgonzola - abbinamentiLa Sagra del Gorgonzola è un’occasione per conoscere tutte le caratteristiche di questo formaggio erborinato dalle mille qualità, ricercate, preservate e valorizzate dai produttori, esperti e chef. Perché il gorgonzola, se preparato adeguatamente e rispettando le normative, è un prodotto salutare.

Le famose striature verdi, le muffe, rendono il gorgonzola digeribile e la sua lavorazione, con la triplice fermentazione, non contiene né glutine né lattosio, così da essere consigliato a chi ha delle intolleranze.

È un prodotto poco calorico, a differenza di quanto si pensa, e risulta adatto per la dieta dello sportivo, ed è ricco di vitamine (B2, B6 e B12).

Se, invece, a fermarvi, è il suo forte odore, eliminate la crosta e avvolgetelo in alluminio, conservatelo in vaschette e poi degustatelo a temperatura ambiente. Magari insieme a una bella birra, come se foste alla Cannstatter, l’Oktoberfest di Stoccarda.